Il giglio bianco intinto nell

Scaricare Il giglio bianco intinto nell'etere Gratis

Andrea ha 82 anni e una vita incompiuta dietro le spalle quando varca il cancello di Villa delle Rose, la distinta e asettica casa di riposo per anziani in cui la premurosa nipote lo ha parcheggiato. Avrebbe voluto ribellarsi, sottrarsi a quel sottile supplizio, allo straniante senso di inutile attesa di una fine ormai inevitabile ma, come un fedele soldato di un esercito ormai sconfitto, non ha voluto, o noto, dirle di no. Lo accolgono coetanei dall'apparenza mostruosa, la pelle gialla ed maculata, gli occhi ed la bocca ridotti per cavità oscure: volti stanchi, invecchiati, piegati sotto il peso degli anni ed della vita. Sente quale lo assalgono la isolamento di tanti pomeriggi trascorsi, i fantasmi minuziosamente accumulati in anni di quotidiane sconfitte, il dolore quale si trasforma lentamente osservando la amarezza. Cerca sollievo osservando la quel Dio che ha sempre amato, rispettato ed mai compreso, ma, successo fronte all'eterna impermanenza dell'esistenza, ogni sua certezza sembra vacillare. Rivede in Torquato, malato terminale che affronta ogni sofferenza con il sorriso sulle labbra, quella fede limpida e incrollabile che ha tanto inseguito, senza riuscire mai realmente a raggiungerla, a farla propria, ad assaporarla generalmente. I giorni trascorrono lentamente e Andrea conosce per poco a poco i propri compagni di sventura: il mite e razionale Ubaldo, il conflittuale Professore, l'apparentemente acida e altezzosa Adelina, l'intransigente Ermanno, l'ineccepibile Leandro, il mingherlino ed schizofrenico Galileo. Protagonisti folli, imprevedibili, disperati ma al contempo umanissimi dell'eterna tragedia e della multiforme farsa di tutti i nostri interminabili giorni terreni. Come possiamo dire che uno stagno in i quali ciclicamente si ricrea la vita, quell'instabile e fragilissimo microcosmo si popola vittoria sentimenti in apparenza perduti: Andrea vi ritrova la gioia e lo sconsolatezza, la fede e la blasfemia, l'egoismo e l'amicizia e forse anche l'amore... Finalmente non ha appropriata vincoli, né catene, nessuna regola o convenzione da rispettare: un'esistenza fatta vittoria vuoto, il posto fisso da mantenere, un dubbio futuro da costruire non sono altro per lui che un ricordo ingiallito, consumato dal tempo. Il suo passato, il partecipante e il futuro avvengono racchiusi in un unico infinito istante, il battito d'ali di un calabrone che, contro tutte nel modo che leggi della natura, si ostina a volare, con le calde luci del tramonto, prima che la notte lo avvolga nel suo abbraccio mortale...


Categoria: Narrativa contemporanea

Dettagli

Editore

Fate d'Argento

Lingua

Italiano

ISBN

9788890638633

Pubblicazione

2017-05

Autore

Andrea Oliveti

6 commenti per "Il giglio bianco intinto nell'etere"

  1. avatar1

    Luca Milani

    GRAZIE!

  2. avatar2

    Matteo Carletti

    Molto bene l'ho trovato! il prossimo fine settimana inizio a leggerlo :)

  3. avatar3

    Anabele

    Come viene scaricato? Non riesco a trovarlo :S

  4. avatar4

    Andrea Caccini

    Facile da scaricare, ma un po 'fastidioso da registrare ...

  5. avatar5

    Antonella Parisi

    Mi è piaciuto molto questo libro, lo consiglio a tutti!

  6. avatar6

    Romeo

    L'ho avuto fisicamente molto tempo fa e l'ho perso, volevo rileggerlo ma non volevo pagare di nuovo. Grazie!

Aggiungi un commento

Tags:

Scaricare Il giglio bianco intinto nell'etere, Il giglio bianco intinto nell'etere epub gratis, Il giglio bianco intinto nell'etere pdf gratis, Il giglio bianco intinto nell'etere ebook gratis, Il giglio bianco intinto nell'etere online gratis